Una mostruosa voglia di incontrarsi

di | 20/11/2016

Si è appena conclusa la settima edizione del Monstre Festival di Ginevra, kermesse dedicata ai fumetti alternativi.

Monstre Festival

Monstre Festival

Il fascino di questo festival è che non si tratta della solita mostra-mercato. Qui si fa esperienza di una perfetta identità tra l’immaginario rappresentato nei disegni e nelle storie ed il luogo e le modalità di scambio. Perché di questo in fondo si tratta: voglia di incontrarsi, scambiare esperienze, condividere e confrontarsi sui linguaggi, le tecniche. Il fumetto e la sua realizzazione come pretesto per l’autoproduzione, il “do it yourself” che caratterizza tutte queste fanzines punk. L’obiettivo non è tanto quello di fare mercato (le grandi case di edizione sono ovviamente assenti): uno degli artisti, Paul, osserva divertito che probabilmente guadagnerà di più vendendo le sue crêpes che non con i suoi fumetti. Qui quello che conta e si respira in ogni anfratto è soprattutto la voglia di fare: questi artisti non smettono un momento di disegnare, i tavoli degli stands sono attraversati da un flusso continuo di idee, emozioni che prendono forma e colore sotto gli occhi dei visitatori.

Come nelle passate edizioni, anche quest’anno si sono dati appuntamento qui a Ginevra autori da tutta l’Europa, soprattutto francofona: la Francia soprattutto e il Belgio, ma anche un po’ d’Italia. Il luogo centrale, l’Usine, è atelier di artisti, ma anche cinema, teatro, luogo di concerti e feste: il Monstre Festival riunisce tutti questi aspetti ed è quindi la manifestazione ideale. Tra gli eventi collaterali le proiezioni proposte da Cinéma Nova, leggendario cinema alternativo di Bruxelles; i concerti, dal rap al death metal; mostre, tavole rotonde e ateliers di serigrafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *