Venezia 73: la canzone triste di Damien Chazelle

di | 31/08/2016

Tra maestri dalla fama consolidata e registi esordienti, la Mostra del Cinema si apre con il nuovo musical dell’autore di “Whiplash”

Una scena di "Paradise" di Andrei Konchalovsky

Una scena di “Paradise” di Andrei Konchalovsky

Emblema dell’eclettico programma dell’edizione di quest’anno, tra innovazione e rivisitazione del passato, intimismo e spettacolarità, il direttore Alberto Barbera ha scelto il musical “La La Land” di Damien Chazelle, con Ryan Gosling e Emma Stone, come film di apertura della 73a Mostra del Cinema di Venezia.

Molti i grandi nomi in concorso: Emir Kusturica con “On the Milky Road” con Monica Bellucci, Terrence Malick con il documentario “Voyage of Time” con Cate Blanchett e Wim Wenders con il film in 3D “Beaux Jours d’Aranjuez” con il musicista Nick Cave tra gli interpreti. C’è attesa per la fantascienza d’autore di Denis Villeneuve, per il nuovo film di Lav Diaz che stavolta si limita a 4 ore (contro le 8 ore del film presentato all’ultima Berlinale), per il ritorno di Tom Ford a sette anni dal successo di “A Single Man”, e per il veterano Andrei Konchalovski.

Il cinema italiano è presente con “Piuma” di Roan Johnson, con il documentario “Spira Mirabilis” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e con “Questi giornidi Giuseppe Piccioni. Fuori concorso anche Paolo Sorrentino che presenta in anteprima i primi due episodi della serie televisiva “The Young Pope” con protagonisti Jude Law e Diane Keaton.

Jean-Paul Belmondo e il regista e attore polacco Jerzy Skolimowski riceveranno il leone d’oro alla carriera.

La giuria, presieduta da Sam Mendes, è composta tra gli altri da Laurie Anderson, dalle attrici Chiara Mastroianni e Nina Hoss,dallo scrittore Giancarlo De Cataldo e da Lorenzo Vigas, autore del film vincitore del leone d’oro alla scorsa edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *